Quali piante è possibile tenere in camera da letto

Come tutti sappiamo le piante in genere si sconsigliava di tenere piante in camera da letto.

Da uno studio dell’Università di Sheffield, è risultato che in uno appartamento si raccolgono più sostanze nocive, di quelle che respiriamo quando siamo fuori per strada.

Vediamo come possiamo mantenere più pulita l’aria di casa.

Quali piante possiamo tenere in camera da letto che oltre a rilasciare ossigeno durante la notte assorbono sostanze nocive che circolano nell’aria.

Possiamo tenere la pianta di Aloe, la Sanseveria, la Begonia, l’Orchidea Phalenopsis, che raccolgono la maggior parte di quelle particelle che inquinano la nostra casa.

Mentre in cucina e in altre camere, la Dracena, il Ficus Benjamin, l’Orchidea Dendrobium.

Oltre ad abbellire il nostro appartamento ci proteggiamo da sostanze inalanti nocive.

Pubblicato in Fiori di Bach | Lascia un commento

QUARZO CITRINO

Quarzo citrino

Il quarzo citrino è una pietra solare, viene usato per la sua capacità di donare energie e vitalità. Viene usato in cristalloterapia sul 3’ chiakra, agisce come stimolatore energetico, spesso viene usato insieme all’ametista per equilibrare lo Yin e Yang . Aumenta la capacità di concentrazione, rinforza unghie e capelli fragili, aumenta l’autostima, molto utile a che soffre di stanchezza cronica. E’ la pietra dell’intuizione e stimola la creatività. Ottimo da indossare come ciondolo, orecchini, cavigliera.

Pubblicato in Fiori di Bach | Lascia un commento

OLIO DI LINO

L’olio di lino è ricco di vitamina F, vitamina E, acido linoleico e acido alfa linoleico. .

La vitamina F è molto importante per la pelle insieme alla vitamina E,

Nutriente essenziale per la salute della cute, gli acidi grassi insaturi.

Regolano i processi di smaltimento e di utilizzo dei grassi e del colesterolo.

Dona energia, migliora il transito intestinale, dona un umore più sereno.

L’olio di lino quindi aiuta la disintossicazione.

Aiuta nella guarigione delle ferite, nella pelle secca, nella psoriasi, e regola i processi di smaltimento.

Blando lassativo aiuta la pulizia intestina eliminando le scorie ristagnanti.

Pubblicato in Fiori di Bach | Lascia un commento

oleoliti fai da te

Parliamo questa volta di oleoliti, che si possono fare facilmente in casa.

Diciamo quelli più comuni possono essere Rosmarino, Lavanda, melissa, calendula. Ognuno di loro ha le sue proprietà.

Innanzitutto il procedimento che è uguale. Il 20% di prodotto e l’80% di olio. Quale usare? Oliva extravergine, olio di riso o vinacciolo.

E’ preferibile usare i fiori delle piante sopra elencate, ma del rosmarino ad esempio si posso usare anche le foglioline. Per il mantenimento basta aggiungere qualche goccia di vitamina E in modo l’olio non diventi rancido.

Procedimento raccogliere l’erba officinale prescelta o comprare i fiori secchi, ma io preferisco quelli freschi visto che poi sono piante che in genere abbiamo in casa o vicino casa.

Prendere un barattolo di vetro inserire il fiore scelto coprirlo con olio chiudere il barattolo con una garza per evitare che entri corpuscoli estranei , e metterli al sole di giorno oppure tenerli in un ambiente caldo, per 21 giorni, dopodiché filtrare il contenuto, travasarlo in barattoli di colore scuro aggiungere la vitamina E .  usarli quando è necessario.

proprietà

rosmarino : dolori articolari, rinfrescante, tonificante della pelle, normalizza la produzione di sebo.

Lavanda: rilassante, contratture, scottature, punture di zanzare, mal di testa da stress.

Calendula: antinfiammatorio della pelle, scottature, eczemi, dermatiti.

Pubblicato in Fiori di Bach | Lascia un commento

QUARZO ROSA

cristalli

Pubblicato in Fiori di Bach | Lascia un commento

OLII ESSENZIALI

Gli oli essenziali sono essenze estratte da erbe aromatiche , usate e conosciute da moltissimi anni. Sono elementi volatili, solubili solo in alcool e olio. Agiscono generalmente attraverso la loro profumazione, e quindi attraverso la stimolazione olfattiva, che raggiunge la corteccia cerebrale richiamando ricordi emozionionali. Per questo spesso vengono usati per riequilibrare la sfera emotiva. Possono essere usati in diffusione ambientale, saune, suffumigi, per uso topico, attraverso massaggi con olii essenziali che ovviamente vanno diluiti in oli vegetali come olio di cocco, mandorle, oliva, ecc. posso essere usati in tantissimi casi come ansia, raffreddore, espettoranti, antisettici, antibiotiche, digestive. Alcune di loro possono essere usate anche per uso interno ovviamente solo sotto la guida di un medico- aromaterapeuta.

Pubblicato in Fiori di Bach | Lascia un commento

L’AMETISTA

Cominciamo a parlare anche di cristalli e cominciamo da questo splendido Cristallo.

L’Ametista è un cristallo che appartiene alla famiglia dei Quarzi, a base di Biossidio di Silicio. Si trovano in varie forme. L‘ametista è di un colore viola con sfumature che cambiano, viene estratto in Brasile, Madagascar, Stati Uniti, Australia ecc. E’ un minerale che stimola la mente, aiuta nella meditazione, aiuta a ridimensionare le problematiche e quindi aiuta a vedere la situazione nella giusta prospettiva, stimola creatività, usata spesso quando si vuole o si deve affrontare un cambiamento, un lutto.
Questa nell’immagine è una Drusa di Ametista, che è un insieme (aggregazione) di cristalli su matrice di roccia, emana una carica ernegetica immensa.

Pubblicato in Fiori di Bach | Lascia un commento

LA CARTA AROMATICA DI ERITREA

Per chi vuole una profumazione non chimica della propria casa.

La Carta di Eritrea ha origini molto antiche fù inventata da un farmacista Vittoriano Casanova nel 1927, in seguito ad un viaggio in Somalia. E’ una mistura di resine ed essenze provenienti dall’Asia e dall’Africa. In commercio si trovano sotto varie forme, strisce da bruciare, olio essenziale, bastoncini,  spray. Ha una profumazione molto intensa, piacevole, rilassante e assorbente, inoltre non contiene né coloranti e né sostanze chimiche. Molto utile per profumare ambienti come la cucina, bagno, automobile, armadi, cassetti, uffici diciamo pure qualsiasi ambiente dove possiamo trovare odori ristagnanti, fumo, odori di cucina ecc. utile anche come antizanzare.

Pubblicato in Fiori di Bach | Lascia un commento

LOGO

SALVE A TUTTI,

Dopo un Pò di silenzio rieccomi presente con un pò di novità, la prima e che siamo riusciti a creare un logo e la seconda è l’incontro con GIOIABIO un fantastico negozio di prodotti bio che apporterà un pò di novità e seguitemi che piano piano vi metterò al corrente.

Pubblicato in Fiori di Bach | Lascia un commento

La riflessologia plantare

La riflessologia plantare è una tecnica di massaggio eseguita alla pianta del piede che nasce dalla medicina tradizionale cinese, risale a oltre 5000 anni fa.

La stessa fu riproposta da William H. Fitzgerald, otorinolaringoiatra, agli inizi del novecento,
che scoprì che  massaggiando alcune zone del piede era possibile avere un effetto analgesico o anestesia di breve durata. Da qui cominciò le sue ricerche e studi, che furono poi continuati dai e approfonditi da i suoi seguaci, facendo sempre alla mappa iniziale di Fitzgerald.
Le varie zone possono essere stimolate singolarmente o in contemporanea, in quest’ultimo caso è possibile avere un riequilibrio energetico e il miglioramento dei vari apparati o delle funzioni.

I disturbi per i quali comunemente si pratica sono mal di testa, dolori alla schiena, ma anche per aiutare disturbi molto comuni come le cistiti, artrosi, ansia, cellulite, insonnia, problemi all’apparato respiratorio o cardio-circolatorio.

Una seduta può essere divisa in tre parti, la prima tendente a cercare i punti dolenti, una seconda ad eliminare lo squilibrio tra i vari organi, ed infine nel caso in cui vi siano più punti dolenti, si procede ad un trattamento personalizzato. Se la zona risulta particolarmente dolorosa si userà manovre di sedazione.
Solitamente un percorso di riflessologia plantare ha la durata di 10-12 sedute ed ognuna dura circa 35 minuti, 1 volta a settimana per un mese dopodiché l’operatore potrà consigliarla ogni 2 settimane in base ai risultati ottenuti.

CONTROINDICAZIONI

  • Non trattare mai una persona affetta di patologia grave senza avere l’autorizzazione del medico curante.
  • Non trattare alcune zone durante i nove mesi di gravidanza e agire sempre sotto controllo medico.
  • Fare attenzione nelle persone diabetiche insulino-dipendente, dopo il trattamento bisogna far controllare il livello di glicemia prima di prendere una pastiglia o puntura di insulina.
  • Non lavorare alcune zone nei primi giorni del ciclo mestruale se la persona soffre di un   flusso molto abbondante.

Pubblicato in Fiori di Bach | Lascia un commento