ARTROSI, ARTRITE REUMATOIDE,DOLORI REUMATICI-ARTICOLARI

L’artrosi è provocata dall’usura, dall’invecchiamento delle cartilagini, che provoca un indebolimento dei muscoli, dei tendini, dei legamenti che sostengono l’articolazione.
L’artrosi è una malattia degenerativa che colpisce la cartilagine e tutta la struttura articolare, non dovuta necessariamente ai processi di invecchiamento. La lesione della cartilagine, che acquista una struttura irregolare, induce un ispessimento della capsula articolare con la formazione di un anomalo tessuto osseo (osteofiti) , che si deforma, e che va a comprimere nervi e muscoli provocando dolore. Anche il liquido sinoviale diminuisce ed i movimenti diventano più rigidi, e quando il processo è ormai in uno stato avanzato si avverte dolore ad ogni movimento.
La rigidità articolare si avverte maggiormente dopo il riposo.
Il sistema muscolo scheletrico oltre che dalle ossa e dai muscoli è formato da tendini, legamenti, cartilagine, la sua funzione principale è quella di sostenere il corpo e di permettere i movimenti e la locomozione. Il sistema è influenzato dal corretto funzionamento degli altri sistemi del nostro corpo.
La cartilagine, che è un tessuto connettivo vivo, che costantemente viene demolito e rimpiazzato, ha la funzione di cuscinetto, infatti tra i due capi ossei abbiamo la membrana sinoviale che contiene il liquido sinoviale che si comporta da lubrificante. La cartilagine funge da frizione e serve a ridurre l’impatto del movimento delle ossa, rendendolo regolare, morbido, indolore.
In pratica la cartilagine spreme il liquido sinoviale che passa dalla membrana alla capsula, e quando la pressione motoria rallenta la cartilagine come una spugna assorbe questo liquido. Ed è questo regolare flusso e riflusso che si comporta da cuscinetto a permettere la lubrificazione ad ogni movimento che facciamo. Nelle persone sane c’è un equilibrio tra la distruzione del vecchio tessuto cartilagineo e la sintesi del nuovo:
Se le ossa non sono più protette da questi cuscinetti, sfregano le une sulle altre, provocando sia dolore, dovuto alla infiammazione che degenerazione ossea.
Il processo può essere accelerato traumi e fratture non curati adeguatamente, lesioni dovuti a stress da sforzo, radicali liberi, sostanze infiammatorie, alimentazione non equilibrata, eccesso di consumo di grassi animali saturi, uso eccessivo di latte e derivati, obesità, malattie endocrine e dismetaboliche, uricemia, problemi strutturali ossei ( scoliosi).
L’artrite reumatoide E’ una malattia autoimmune, causata da auto-aggressione del sistema immunitario ai tessuti del corpo. E’ una infiammazione cronica che affligge l’intero organismo, incluse le membrane sinoviali , provocando dolore, rigidità e gonfiore, a sua volta la membrana infiammata, produce enzimi che provocano la rottura della cartilagine, si forma un tessuto fibroso, che calcificando da origine a bozze ossee, che limitano i movimenti. Questa patologia può instaurarsi anche nei giovani. E’ caratterizzata da noduli reumatoidi di forma rotondeggiante che si formano sotto la cute, vicino alle articolazioni, si possono avere anche problemi ai linfonodi e al cuore.
Si può migliorare controllando in modo più attento l’alimentazione evitando principalmente patate, pomodori, peperoni e melanzane, tabacco, evitando cibi acidi, carni rosse, grassi saturi, latte e derivati.
Possono aiutare e dare sollievo al dolore e alla rigidità, riparando la cartilagine danneggiata, la
Glucosamina e Condroitina, Msm, che non sono formate direttamente dal nostro organismo, e non si assumono attraverso il cibo, il corpo non è in condizione di crearle, pertanto l’unico modo per averle è quello della assunzione tramite un integratore. E aggiungendo Rosa Canina in TM che aiuta anche a contenere il dolore oltre a rallentare il processo infiammatorio, vitamine e minerali periodicamente. Fare esercizi fisici controllati e delicati, come lo stretching, lo yoga, , che migliorino il funzionamento articolare senza aggravare la situazione. Eseguire periodicamente cicli di massaggi possibilmente con olio a base di Arnica.
In caso di dolori acuti aiutarsi con Aloe vera, Artiglio del diavolo, Betulla, Uncaria tormentosa, Boswella serrata, Ortica,Uva Ursina, Ginepro, sostenendo anche con Probioti e Oligoelementi come Zinco, Rame, Manganese. Ovviamente facendosi consigliare dal terapeuta di fiducia,e dopo aver consultato il proprio medico . Ci sono in commercio preparati misti già pronti, diversi tra loro proprio per poter soddisfare le varie tipologie.
artrosi

Informazioni su Rosy

Massaggi personalizzati, Riflessologia plantare, thai foot, crystal massage , Cristalloterapia, Consulente Fiori di Bach Psicodinamica e Clinica --oli essnziali personalizzati, Reiki
Questa voce è stata pubblicata in fitoterapia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.