Il Blog di Pensare Positivo

Social Links

Share This

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Skype

Newsletter

I Fiori di Bach

I Fiori di Bach

 

La natura che ci circonda e di cui noi  facciamo parte, è  generatrice di ogni cosa ed è completa, perfetta e soprattutto ci offre tutto ciò che abbiamo bisogno, luce, aria, cibo, calore,profumi . Spesso ne ignoriamo molti particolari e con il progresso molte cose stanno andando distrutte.

 

Se ci troviamo in un bosco o in una campagna  in qualsiasi stagione dell’anno e osserviamo gli alberi, i fiori, la terra, il laghetto sottostante, sentiamo i nostri sensi risvegliarsi, ci sentiamo pervadere da una quiete interiore, proprio grazie ai loro poteri che agiscono sul nostro stato emozionale, attraverso i colori, il profumo, il cinguettio degli uccellini, il rumore dell’acqua che scorre da un piccolo ruscello.

 

Tutto questo lo conosceva bene Edward Bach “scopritore” dei Fiori di Bach.

 

Chi era Edward Bach?

 

Edward Bach  nato nel Galles nel 1886,sin da bambino amava la natura, gli animali e il suo interesse maggiore era quello di alleviare la sofferenza altrui, infatti aveva già le idee molto chiare, da grande voleva diventare medico. Ci riuscì nel 1912 ed iniziò a lavorare a Londra. Questa esperienza le fece notare che la medicina sintomatica si occupava in pratica solo della malattia e non del malato e che ogni soggetto alla stessa malattia aveva differenti  reazioni emotive.  Era  sempre meno contento dei risultati. Successivamente si avvicinò all’omeopatia. Ed anche in questo settore nonostante il suo impegno ed il successo, soprattutto  sulla “tossiemia intestinale”, non era ancora molto soddisfatto. Cercava qualcosa di molto più semplice, che potesse apportare all’individuo beneficio.

 

Nel 1917 si ammalò gravemente e scoprì che le restavano pochi mesi di vita. Decise cosi di buttarsi  nel lavoro notte e giorno,rifiutando le terapie consigliate, convinto che il lavoro fosse la cura migliore  per affrontare la sua malattia. Scopri  i sette “nosodi” (vaccini intestinali omeopatici), ottenuti da batteri intestinali. Notò che ogni gruppo di “Nosodo” corrispondeva ad una personalità. Ma  non era ancora soddisfatto, voleva qualcosa di più naturale, semplice da poter usare. Cosi chiuse lo studio di Londra e ritornò  nelle campagne del Galles di cui era originario. Osservò, girò nelle campagne, assaggiò petali di fiori, foglie e si convinse che alcune piante avevano delle meravigliose virtù terapeutiche sullo stato d’animo. E cosi nacquero i primi 12 fiori cosiddetti “guaritori” e successivamente gli altri , di cui uno solo non è un fiore ma semplicemente “acqua di roccia” . Ecco che finalmente era soddisfatto del suo lavoro, aveva trovato ciò che cercava.  un metodo semplice e alla portata di tutti. Si prodigò molto per far conoscere e provare il suo metodo a chiunque lo volesse. Spesso si trovò contro i suoi colleghi stessi e si fece cancellare dall’Ordine dei Medici, scegliendo di essere un  semplice erborista.

 

Felice e soddisfatto lasciò questa terra, durante il sonno nel 1936.

 

Come funzionano ?

 

I Fiori di Bach agiscono sugli stati emozionali, ricreando quell’equilibrio venuto a mancare per svariati motivi, agiscono con naturalezza e dolcezza aiutando le persone a ritrovare quella serenità che era andata persa. Non interagiscono con altre terapie in corso, possono usarli anche persone che soffrono di allergie.

 

Si consiglia sempre di consultarsi con un floriterapeuta prima di usare qualsiasi miscela, per una certezza di risultato, ogni fiore è poliedrico e il “fai da te” non è consigliato. Il consulto serve proprio per avere un quadro olistico della persona, attraverso la lettura del verbale e il “non” verbale.

 

I Fiori di Bach possono aiutare, supportare ogni situazione di persone, animali, piante.

 

Chi fosse interessato a conoscere quali sono, nelle pagine a seguire troverete tutti i 38 fiori più il Rescue Remedy,con una piccola specifica per ognuno.

Inoltre è possibile chiedere informazioni,  approfondimenti o curiosità,  via mail e  nel Blog a vostra disposizione.

Rosa